Foto: Anfiteatro di Volterra / Video; in: ArchaeoReporter (2020-2021).

ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA 2021: Fango – Fango – Fango. Un Colosseo sconosciuto e affascinante scoperto a Volterra, Italia. Notizie e progressi dell’incredibile scoperta e l’eccellente documentazione degli scavi (2015-21). Fonte: Prof.ssa Elena Sorge, L’Anfiteatro Che Non C’era / Fb (Sett. e Ott. 2021) & Dott.ssa Antonia Falcone (2021), e altre notizie e risorse archeologiche in italiano e inglese. [Italiano / English].

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano. ArcheoMedia (13/11/2015).

1). VOLTERRA / TUSCANY, ITALY— Colosseum Discovered in Volterra, Italy. Archaeology Magazine, USA (12 Nov. 2015).

A Roman amphitheater thought to date to the first century A.D. has been discovered in the town of Volterra, once a well-known Etruscan city that fell under Roman rule. “It’s puzzling that no historical account records the existence of such an imposing amphitheater. Possibly it was abandoned at a certain time and gradually covered by vegetation,” archaeologist Elena Sorge of the Tuscan Superintendency told Discovery News.

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano / Video; in: ArchaeoReporter (2020-21).

“This amphitheater was quite large. Our survey dig revealed three orders of seats that could accommodate about 10,000 people. They were entertained by gladiator fights and wild beast baiting,” Sorge explained. A survey conducted with ground-penetrating radar by Carlo Battini of the University of Genoa indicates that much of the amphitheater, which was constructed of stone in the same manner as the nearby theater, is under 20 to 32 feet of dirt.

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano / Video; in: ArcheoMedia & ArchaeoReporter (2020-21).

Fonte / source:
— Archaeology Magazine, USA (12 Nov. 2015).
https://www.archaeology.org/news/3876-151112-italy-volterra-amphitheater

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano / Video; in: ArchaeoReporter (2020-21).

L’anfiteatro romano di Volterra (2020-21); in: Facebook & Instagram (10/2021).

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano / Video; in: ArcheoMedia & ArchaeoReporter (2020-21)
RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Prof.ssa Elena Sorge (a cura di), Volterra, L’Anfiteatro Che Non C’era / Facebook (10/2021).

— Prof.ssa Elena Sorge (a cura di), Volterra, L’Anfiteatro Che Non C’era / Facebook (10/2021).
Questa pagina nasce per rimanere in costante aggiornamento sulla scoperta dell’anfiteatro di Volterra.

https://www.facebook.com/anfiteatro.volterra/

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Prof.ssa Elena Sorge (a cura di), Volterra, L’Anfiteatro Che Non C’era / Facebook (10/2021).

— Prof. Elena Sorge (ed.), Volterra, the lost Roman Amphitheatre. Five years of excavations, 2015-21. Facebook (10/2021).
https://www.facebook.com/anfiteatro.volterra/

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Prof.ssa Elena Sorge (a cura di), Volterra, L’Anfiteatro Che Non C’era / Facebook (10/2021).
RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Prof. Elena Sorge (ed.), Anfiteatro Romano – Profilo ufficiale dell’Anfiteatro di Volterra / Instragram (10/2021).

— Prof. Elena Sorge (ed.), Anfiteatro Romano – Profilo ufficiale dell’Anfiteatro di Volterra / Instragram (10/2021).
https://www.instagram.com/anfiteatrovolterra/

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Dott.ssa Antonia Falcone, Scoperto l’anfiteatro romano (2021).
Archeologa e Blogger / Founder @ProfessioneArcheologo / Instagram (10/2021).

— Dott.ssa Antonia Falcone, Scoperto l’anfiteatro romano (2021). Archeologa e Blogger / Founder @ProfessioneArcheologo / Instagram (10/2021). https://www.instagram.com/archeoantonia/

Nota: Un ringraziamento molto speciale alla Dott.ssa Antonia Falcone che ha avuto la gentilezza di segnalarmi i significativi scavi presso il L’anfiteatro Romano Volterra (09/2021).


RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: SCOPERTE E SCAVI – VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano. ArcheoMedia (13/11/2015).

2). SCOPERTE E SCAVI – VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano. ArcheoMedia (13/11/2015).

Un anfiteatro romano è stato scoperto nella città di Volterra, una città etrusca ben nota che cadde sotto il dominio romano nel I secolo a.C.
“E ‘sconcertante che nessun racconto storico registri l’esistenza di una tale imponente anfiteatro. Forse è stato abbandonato in un determinato momento e gradualmente ricoperto dalla vegetazione”, dice l’archeologa Elena Sorge della Soprintendenza toscana a Discovery News.
“Questo anfiteatro era abbastanza grande. La nostra indagine ha rivelato tre ordini di posti che potevano ospitare circa 10.000 persone. Sono stati fatti combattimenti di gladiatori e adescamento di animali selvaggi – dice Sorge. “Un sondaggio condotto con un radar da Carlo Battini dell’Università degli Studi di Genova ha indicato che gran parte dell’anfiteatro, che è stato costruito in pietra nello stesso modo come il vicino teatro, è sotto terra da 20 a 32 piedi di spessore.”

Il Colosseo a Volterra scoperta del secolo?
Stavano scavando per realizzare un’opera di bonifica vicino a Porta Diana, a sud della necropoli etrusca. A un certo punto la pala meccanica, tolto un primo strato di terra, urta una fila di grossi ciottoli ammonticchiati verso la collinetta del cimitero comunale. I lavori si fermano subito e qualcuno tra i responsabili del cantiere si mette a ripulire con le mani il terriccio che ancora copre quello che sembra essere un manufatto antico. Un gesto istintivo e prudente. Da queste parti, a Volterra e dintorni, quando si scava è facile imbattersi in reperti dell’età del ferro, etruschi, romani o medievali, e conviene bloccarsi al minimo sospetto. È così che sono affiorati i primi tratti di un muro, una ventina di metri, che qualche giorno dopo, con l’intervento della Soprintendenza ai beni archeologici della Toscana, appare con nitore in tutta la sua forma facendo sobbalzare il responsabile dell’ufficio, Andrea Pessina e il sindaco Marco Buselli.
Si tratterebbe infatti di una scoperta unica nel suo genere: un arco ellittico lungo ottanta metri che lascia presupporre l’esistenza in quel sito di un edificio pubblico di origini romane adibito, probabilmente, a giochi gladiatori. La struttura, peraltro, assomiglia molto al Teatro di Vallebona, dell’epoca di Augusto, che sorge dall’altra parte della città. Bisogna scavare di più, ora, per fare emergere il resto di questo “piccolo Colosseo”, che si nasconderebbe ancora sotto terra. I finanziamenti sono stati promessi. E il “museo a cielo aperto” di Volterra si arricchirà, speriamo presto, di un altro prezioso gioiello. Una prova di civiltà.

Fonte / source:
— ArcheoMedia (13/11/2015); S.v., Archaeology Magazine, USA (12 Nov. 2015).
https://www.archeomedia.net/volterra-si-scoperto-lanfiteatro-romano/

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: SCOPERTE E SCAVI – VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano. ArcheoMedia (13/11/2015).

3). SCOPERTE E SCAVI – VOLTERRA (Pi). L’anfiteatro romano. ArcheoMedia (27/11/2020).

L’anfiteatro romano di Volterra nel 2015 era “L’Anfiteatro che non c’era”, una sorta di claim pubblicitario che campeggia ora sulla vivacissima e seguita pagina Facebook dello scavo archeologico. Non c’era perchè nessuno ne sospettava neppure l’esistenza: nessuna fonte antica, nessun reperto riconosciuto, nessun sospetto che un edificio mastodontico giacesse silenzioso da forse oltre 1600 anni, in una vallecola verde di erba, di ortaggi e alberi da frutto a poca distanza dalla necropoli etrusca del Portone, con le cosiddette tombe dei Marmini.
Questa necropoli è, di fatto, la “fornitrice” di una gran parte del materiale conservato al museo Guarnacci, uno dei più antichi d’Europa. Un’area scavata dall’Ottocento in poi e non certo ignorata da generazioni di archeologi, di ricerche, di sopralluoghi.
Benchè poco più a sud del teatro romano di Vallebuona, la cui scoperta risale agli anni ’50 del XX secolo, e poco più a nord della Porta Diana, questo lacerto bucolico nell’area urbana di Volterra sembrava solo un vasto terreno collinare di fianco al cimitero, quello moderno, senza nessuna traccia visibile anche ad occhio esperto. E neppure i simpatici signori che si affacciavano dalla loro casa verso la vallata dell’Era, breve e vivace fiume che si butta in Arno, avevano mai sospettato che la loro scoscesa proprietà potesse nascondere una delle più importanti scoperte dell’archeologia classica recente in Italia.
Eppure, proprio le acque che poi finiscono nell’Era, avevano deciso di fare la loro parte nella scoperta. Il regime torrentizio del fiume è alimentato da quelle che gli arrivano veloci dai poggi soprastanti. Per tenerle sotto controllo da secoli i fossi e i torrenti più o meno regolati, che qui chiamano botri, sono essenziali. Il deflusso idrico dal colle di Volterra si era ridotto troppo a seguito di una serie di frane dovute al maltempo, e il Consorzio Idraulico del Basso Valdarno nell’estate del 2015 aveva iniziato i lavori di ripristino. E qui, per fortuna, scatta il buonsenso dell’archeologia preventiva, sotto il controllo della Soprintendenza Archeologica di Pisa (Sorge, 2016, p.249).
Il botro di Docciola fluiva attraverso un argine malmesso, dove l’acqua aveva scoperto un muro in panchino, la pietra che rappresenza l’essenza stessa della città, la spina dorsale dei suoi edifici. Una decina di metri in tutto, ma non dritti, curvi. E non molto curvi, una cosa appena accennata. Poi altri 7 metri, un po’ curvi. Poi altri 20 metri, ancora curvi. Insomma, un totale di 42 metri, manco a dirlo, tutti curvi.
“Sta a vedere che… Va beh, proviamo sulla parte opposta della vallecola…”. Ed ecco un altro saggio di scavo, e ancora due spezzoni murari. Non vi diciamo che aspetto avevano, avete già indovinato. Insomma, a settembre 2015 era chiaro che la struttura fosse ellittica, gigantesca, e appartenente (per tipologie murarie) a un edificio pubblico di epoca romana. Insomma, se due più due faceva ancora quattro, un edificio con ellittico con un asse di 87 metri ed uno di 68 non poteva che essere un anfiteatro. L’anfiteatro che non c’era. E che ad un lustro di distanza c’è eccome, e non smette di riservare grosse sorprese. Ecco il motivo per cui abbiamo scelto di raccontare i primi cinque anni di questa indagine archeologica nel primo videoreportage di ArchaeoReporter.
La sorpresa arriva in un altro settembre, quello del 2020, alle 15 del primo giorno. Il buco che si apre è quello tipico di una tana di un animale, magari un comune topo. Elena Sorge, l’archeologa della soprintendenza che si culla il suo scavo fin dal primo giorno, sa che bisogna procedere con prudenza comunque, come lo sanno i suoi collaboratori. Infatti il foro si allarga, poi ancora, s’intravvede un arco perfettamente conservato. Arriva una torcia elettrica, e si fa fatica a scrutare il fondo: è una galleria perfettamente conservata, almeno fin dove s’intuiscono possibili crolli più avanti. Serviva per portare gli spettatori da un ordine dell’anfiteatro all’altro.

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano / Video; in: ArcheoMedia & ArchaeoReporter (2020-21)

Quando nella prima settimana di settembre 2020 è apparso il sistema di ambulacri sotterranei, ben conservati (che verranno esplorati nel 2021, con l’aiuto dei vigili del fuoco di Pisa), si è aggiunto un altro tassello importante alla compensione del monumento. E questo vale anche per la scoperta del cuniculo circumpodiale, ossia il corridoio provvisto di volta che circondava l’arena. Ancora più recente la scoperta del corridoio voltato che circondava l’arena, con probabili funzioni di servizio per gladiatori, addetti ai servizi e forse anche le belve per gli spettacoli (Sorge, 2020). Da ultimo, appare evidente come sotto l’arena stessa si trovi un altro sistema sotterraneo, che si dovrà valutare con quali funzioni con il proseguimento degli scavi. Ci si può forse aspettare, ma qui mi gioco la carta della scommessa più che dell’ipotesi, un sistema complesso paragonabile ad anfiteatri tipo quello di Capua.
Ce n’è comunque abbastanza ritenere il monumento come un privilegiato campo d’azione da cui ricavare preziosi dati, soprattutto da mettere in confronto con altri edifici analoghi ancora solo parzialmente indagati. Una pietra angolare per la ricerca archeologica legata agli edifici pubblici romani in Italia
Nota tecnica: Lo scavo è diretto da Elena Sorge, funzionario della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Pisa, con a collaborazione di professionisti, tecnici dell’Istituto di Scienze del Patrimonio Cuturale del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), studiosi dell’Università degli Studi di Firenze e di Pisa e della Detroit Foundation. Nel 2020 è eseguito da Cooperativa Archeologia.
Nota sui Finanziamenti: tra i primi a finanziare gli scavi la Fondazione e la Cassa di Risparmio di Volterra; poi la Direzione Generale Archeologia; il Comune di Volterra che ha acquisito e reso di proprietà pubblica il terreno dell’area di scavo; la Regione Toscana e i finanziamenti legati al concorso Art Bonus.
22 novembre 2020: ci segnalano cortesemente che negli ultimi 50 anni in effetti in Italia è stato scavato (e pubblicato) anche l’anfiteatro di Cividate Camuno, scoperto nel 1984 assieme al teatro (e non è l’unico soggetto di ricerca, agggiungiamo). Senz’altro diverso come “impatto”, non paragonabile come stato di conservazione e dimensioni, ma molto importante per gettare luce sui processi della presenza romana nell’arco alpino.

BIBLIOGRAFIA / REFERENCES
– Battini, C. and Sorge, E. (2016). Dynamic Management of Survey Data and Archaeological Excavation. The Case Study of the Amphitheatre of Volterra. Scientific Research and Information Technology Vol. 6, Issue 2 pp. 119-132
– Brothers, A.J. (1989). Buildings for Entertainment. In Barton, J.M, Roman Public Buindings. Exeter: University of Exeter Press, pp.97-125
– Sorge, E. (2016). La scoperta dell’Anfiteatro di Volterra. Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana 11/2015, Saggi (p. 241-276). Firenze: All’Insegna del Giglio
– Sorge, E. (2020) L’Anfiteatro che non c’era: la scoperta, lo scavo e la valorizzazione dell’anfiteatro romano di Volterra. Internal Report. Unpublished in november 2020.

Fonte / source:
— SCOPERTE E SCAVI – VOLTERRA (Pi). L’anfiteatro romano. ArcheoMedia (27/11/2020).
https://www.archeomedia.net/volterra-pi-lanfiteatro-romano/

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Anfiteatro di Volterra / Video (18 Novembre 2020 – 22 Dicembre 2020); In: ArchaeoReporter (10/10/2021).

— Anfiteatro di Volterra / Video (18 Novembre 2020 – 22 Dicembre 2020); In: ArchaeoReporter (10/10/2021).
https://www.archaeoreporter.com/tag/anfiteatro-di-volterra/

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Volterra, the lost Roman Amphitheatre. Five years of excavations, a VIDEO DOCUMENTARY (English subtitles). ArchaeoReporter (18 November 2020).

4). “Volterra, the lost Roman Amphitheatre. Five years of excavations, a VIDEO DOCUMENTARY (English subtitles). ArchaeoReporter (18 November 2020).

For five years, excavations have been underway in the ‘lost’ Roman amphitheatre of Volterra. ArchaeoReporter could not have chosen a better location for its first story. The report features aerial images taken with a drone, as well as close-ups of the site, which was discovered in 2015 and continuously challenges what is known about classical archaeology. The amphitheatre was once home to fierce gladiators and gruesome battles, but more importantly it is considered to be a symbol of the romanisation of Etruria. Elena Sorge, the scientific director at the Archaeological Superintendence of Pisa and Livorno [Officially: Soprintendenza archeologica di Pisa e Livorno], guides us through the work site, where archaeological investigations and restoration efforts are carried out simultaneously, unearthing new findings month after month. 2020 has marked the discovery of the underground passageways and tunnels, as well as of the vaulted corridor, coins and other finds that are critical for dating the site, which is currently thought to come from the Julio-Claudian era.

— Volterra, the lost Amphitheatre – (Italian with English subtitles – Audio enhanced) / You-Tube; in: ArchaeoReporter (14 Dec. 2020) [14:25].

This discovery was actually made by accident during the maintenance work being carried out on a moat previously excavated in the 1950s. It is a small, rapid stream of water flowing down the Volterra hill, right behind Porta Diana and a little downhill from the Roman theatre. The Superintendence has entrusted the monitoring of the area to professional archaeologists, a typical example of preventive archaeology. It is important to remember that in many excavation sites there is an archaeological risk. It really says a lot that, in Italy, being able to learn about and enhance one’s own land is considered to be a risk, instead of a potential source of valuable research, both in archaeology and in other fields of study. In short, the wall discovered in July, 2015, has a slightly accentuated curve, which is indicative of something unconventional, together with the fact that the construction technique is similar to that of the theatre from the Augustan age.

— Anfiteatro di Volterra, in “diretta” dallo scavo archeologico 2021 – Prima puntata. ArchaeoReporter (09/10/2021) [15:50].

Technical note: The archaeological site is supervised by Elena Sorge, a member of Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Pisa, in collaboration with Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale – CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), University of Firenze and University of Pisa, and with Detroit Foundation.

Fonte / source:
— ArchaeoReporter (18 November 2020).
https://www.archaeoreporter.com/en/2020/11/18/volterra-roman-amphitheatre/

5). L’Anfiteatro di Volterra: le scoperte dello scavo archeologico più sbalorditivo del 2020. Finestre sull’Arte (29/12/2020).

Verrà ricordato come lo scavo archeologico del 2020: l’Anfiteatro di Volterra, scoperto nel 2015, è stato scavato approfonditamente a partire dal 2019 e quest’anno ha rivelato scoperte eccezionali.
Nell’archeologia, il 2020 sarà ricordato probabilmente come l’anno dell’Anfiteatro di Volterra: quest’anno, infatti, la campagna di scavo dell’importantissimo sito archeologico scoperto appena cinque anni fa è ripresa con vigore dando alla luce esiti sorprendenti e inaspettati. Il risultato più eclatante, lo scorso 1° settembre, è stato sicuramente il rinvenimento del sistema di ambulacri sotterranei, finora sepolti nella collina, che in antico gli spettatori utilizzavano, come negli stadi moderni, per raggiungere le gradinate dalle quali assistevano agli spettacoli.

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano / Video; in: ArchaeoReporter (2020-21)

Nelle settimane successive è stato scoperto anche il corridoio voltato che circondava l’arena, detto “cuniculo circumpodiale”, e che serviva invece ai gladiatori e in generale a coloro che si esibivano nell’arena (era il punto da cui entravano anche le eventuali belve sfruttate per i giochi: non si trattava però di tigri o leoni, animali che si esibivano nelle strutture più grandi in quanto animali di pregio e difficili da far arrivare oltre che da addestrare alla lotta, bensì, con più probabilità, di orsi, lupi o comunque animali più facilmente reperibili).

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano / Video; in: ArchaeoReporter (2020-21)

Lo scavo è seguito dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle province di Pisa e Livorno ed è diretto dall’archeologa Elena Sorge: dal 2019 (anno in cui sono cominciate le operazioni) ha potuto contare su finanziamenti per poco più di ottocentomila euro, arrivati grazie al concorso Art Bonus e alla partecipazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, della Regione Toscana e del Comune di Volterra. Serviranno altri tre milioni per completare lo scavo: ma sono risorse ben investite, perché a Volterra sta emergendo una struttura di eccezionale rilevanza, peraltro ben conservata.

Fonte / source:
— Finestre sull’Arte (29/12/2020).
https://www.finestresullarte.info/archeologia/anfiteatro-di-volterra-scavo-archeologico-dell-anno-2020

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Alla scoperta dell’Anfiteatro di Volterra: tesoro perduto e poi ritrovato. Intoscana / Tv & You-Tube (27/09/2021).

6). VOLTERRA / CULTURA – Alla scoperta dell’Anfiteatro di Volterra: tesoro perduto e poi ritrovato. Intoscana / Tv & You-Tube (27/09/2021).

Apertura straordinaria degli scavi archeologici. Sparito dalle carte e dalle cronache antiche già dal III secolo dopo Cristo, il Teatro riaffiora per un caso fortuito nel 2015.

A Volterra una delle scoperte archeologiche più importanti della storia: l’anfiteatro romano. Sparito dalle carte e dalle cronache antiche già dal III secolo dopo Cristo riaffiora per un caso fortuito nel 2015.

Da quel momento torna alla luce in tutto il suo splendore “L’Anfiteatro che non c’era” grazie alle ricerche e agli scavi guidati dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle province di Pisa e Livorno. Pietra dopo pietra, l’anfiteatro romano con i suoi tre ordini della grande ampiezza di 32 metri per 64 riscrive la storia della Volterra romana come nuovo importante centro del potere imperiale nell’antichità.

— VOLTERRA / CULTURA – Intoscana / Tv & You-Tube (27/09/2021).

Foto: Alla scoperta dell’Anfiteatro di Volterra: tesoro perduto e poi ritrovato. Intoscana / Tv & You-Tube (27/10/2021).

Le celebrazioni della Giornata degli Etruschi 2021 voluta dal Consiglio regionale della Toscana e dedicata alla ricerca, tutela e promozione della cultura e delle origini del territorio toscano non potevano che svolgersi a Volterra che affonda le proprie radici nella civiltà del rame del III millennio avanti Cristo, e si riscopre grazie alle recenti ricerche nella Necropoli delle Colombaie non più solo città delle urne, ma vera città etrusca e grazie all’Anfiteatro Romano come prestigioso centro della Roma antica.

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Alla scoperta dell’Anfiteatro di Volterra: tesoro perduto e poi ritrovato. Intoscana / Tv & You-Tube (27/09/2021).

“Volterra Cantiere Aperto” grazie agli investimenti congiunti di Regione Toscana, Ministero della Cultura, Comune di Volterra, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e privati che superano in totale i 3 milioni di euro. Un cantiere destinato a durare anni, soprattutto se parliamo degli scavi archeologici dell’Anfiteatro romano, che non resterà per molto di solo appannaggio dei ricercatori, ma si trasformerà già dal 2022 in un sito visitabile in sicurezza.

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Alla scoperta dell’Anfiteatro di Volterra: tesoro perduto e poi ritrovato. Intoscana / Tv & You-Tube (27/09/2021).

Nel servizio le interviste alla professoressa Elena Sorge della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle province di Pisa e Livorno, responsabile degli scavi all’Anfiteatro romano di Volterra, al presidente del Consiglio regionale della Toscana Antonio Mazzeo, al sindaco di Volterra Giacomo Santi e all’assessore alla cultura del Comune di Volterra Dario Danti.

Fonte / source:
— Intoscana / Tv & You-Tube (27/09/2021).
https://www.intoscana.it/it/dettaglio-video/alla-scoperta-dellanfiteatro-di-volterra-per-la-giornata-degli-etruschi-2021/

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Un viaggio dentro all’anfiteatro che non c’era. QUI NEWS srl / Corriere Della Sera (10/10/2020).

7). VOLTERRA – Un viaggio dentro all’anfiteatro che non c’era. QUI NEWS srl / Corriere Della Sera (10/10/2020).

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Un viaggio dentro all’anfiteatro che non c’era. QUI NEWS srl / Corriere Della Sera (10/10/2020).

I responsabili dello scavo, guidati da Elena Sorge, hanno realizzato un video all’interno dell’importante scoperta archeologica

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Un viaggio dentro all’anfiteatro che non c’era. QUI NEWS srl / Corriere Della Sera (10/10/2020).

VOLTERRA — Ora che lo scavo all’anfiteatro romano è al sicuro, barricato per l’inverno, l’equipe guidata da Elena Sorge ha pubblicato un video delle gallerie (che potete vedere in fondo all’articolo).

— Il corridoio sotterraneo – l’interno. Immagini dall’interno del corridoio sotterraneo appena scoperto. QUI NEWS srl / Corriere Della Sera (10/10/2020) & Anfiteatro Romano Volterra / You-Tube (10/10/2020) [03:10].

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Un viaggio dentro all’anfiteatro che non c’era. QUI NEWS srl / Corriere Della Sera (10/10/2020).

“Immagini forti – hanno scritto su Fb – Questo è il video top secret nelle gallerie all’indomani della scoperta. Finora non ci è sembrato opportuno pubblicarlo, soprattutto per non indurre in tentazione curiosi e sconsiderati. Oggi, con le gallerie off limits, chiuse e barricate per proteggerle dai rigori invernali, possiamo pubblicarlo”.

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Un viaggio dentro all’anfiteatro che non c’era. QUI NEWS srl / Corriere Della Sera (10/10/2020).

La persona protagonista nel video è il topografo Giorgio Pocobelli del CNR. Le riprese e la regia sono dell’ispettore di cantiere Dario Ceppatelli.

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Un viaggio dentro all’anfiteatro che non c’era. QUI NEWS srl / Corriere Della Sera (10/10/2020).

Fonte / source:
— QUI NEWS srl / Corriere Della Sera (10/10/2020).
https://www.quinewsvolterra.it/volterra-viaggio-dentro-anfiteatro-romano-scavo-archeologico-video-elena-sorge.htm

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: Documenting the First Amphitheater Discovered in Europe in 150 Years.
The Journal of American Institute of Architects (03 Sept. 2019).

8). KATHARINE KEANE, “HISTORIC PRESERVATION – Architecture Researchers Help Document First Amphitheater Discovered in Europe in 150 Years. The Journal of American Institute of Architects (03 Sept. 2019).

Volterra, Italy – A team from the Volterra-Detroit Foundation, Autodesk, and Case Technologies spent two weeks this spring archiving one of the greatest discoveries on the continent in more than a century.

This spring, architecture students, professors, and volunteers associated with the Volterra-Detroit Foundation were offered a once-in-a-lifetime opportunity to travel to Volterra, Italy, to help digitally archive the first ancient amphitheater discovery in Europe in 150 years.

It all began in 2015 when a construction team was working to expand a neighborhood cemetery where they “stumbled across the remains of what appeared to be a Roman wall,” Tristan Randall, strategic project executive at Autodesk, one of the program’s sponsors, tells ARCHITECT. Accustomed to “sudden surprises like this, the workers contacted the local archaeology supervisor, who was able to determine that, underneath the site they were excavating, there were remains of a Roman amphitheater,” Randall continues. This amphitheater would turn out to be the first such discovery in Europe in more than a century. “It’s not just a once-in-a-lifetime event,” he says. “Think—six or seven generations. So this is a privilege and an incredible opportunity.”

RARA 2021 13.5). Prof.ssa Elena Sorge - Volterra, Italia - L'Anfiteatro Che Non C'era / the Roman amphitheater at Volterra, Italy / Fb (2015-21). Dott.ssa Antonia Falcone (2021) e altre notizie e risorse archeologiche (Italiano & English).
Foto: VOLTERRA (Si). Scoperto l’anfiteatro romano / Video; in: ArcheoMedia & ArchaeoReporter (2020-21)

Over two weeks in April, 13 participants settled into the Etruscan-era town to digitally scan and record the amphitheater, which measures approximately 84 meters (275 feet) long and 66 meters (216 feet) wide, according to Elena Sorge, archaeological superintendent of Tuscany. The structure likely featured three tiers of seating with a 10,000-person capacity, and an access tunnel underneath. This size makes it all the more shocking that the amphitheater was ever lost.

“The majority of amphitheaters known today did not have to be ‘discovered,’ as their remains were at such scale that they were known centuries ago, like [the] Colosseum,” explains University of Detroit Mercy professor of architecture and program lead Wladek Fuchs. “As far as I know, there are no studies of the history of discoveries of the amphitheaters, for exactly that reason—that most of them were never completely lost.”

Fonte / source:
— The Journal of American Institute of Architects (03 Sept. 2019).
https://www.architectmagazine.com/technology/architecture-researchers-help-document-first-amphitheater-discovered-in-europe-in-150-years_o