ROMA ARCHEOLOGICA & RESTAURO ARCHITETTURA 2022. Albino Ruberti, il capo di gabinetto del sindaco Roberto Gualtieri, si è dimesso: “Vi sparo, vi ammazzo, dovete inginocchiarvi!” Il Foglio, La Repubblica & RomaToday (19/08/2022); S.v., ‘Area Fori Trascurata’: Albino Ruberti, Amministratore Delegato di Zètema 1998 al 2017. Il Messaggero (09/08/2016) & Corriere Della Sera (17/11/2017).

1). ROMA – Lascia Ruberti, capo di gabinetto di Gualtieri dopo le minacce al fratello di un candidato Pd: “Me te compro? A me? Vi ammazzo.” La Repubblica (19/08/2022).


IL CASO – Dopo il video del Foglio si dimette il braccio destro di Gualtieri. Ecco la lettera | IL VIDEO. Il Foglio / YouTube(19/07/2022).

Nelle immagini di alcuni mesi fa il braccio destro del sindaco di Roma si scaglia contro due uomini (uno dei due è un agente assicurativo, fratello dell’europarlamentare De Angelis che ha ritirato la sua candidatura). Motivi calcistici, ha poi tentato di spiegare il dirigente dem. Che poco dopo lascia l’incarico. Letta: “Scelte doverose”

Albino Ruberti, il capo di gabinetto del sindaco Roberto Gualtieri, si è dimesso dopo essere stato immortalato in un video mentre urla e minaccia di morte due uomini (“vi sparo, vi ammazzo, dovete inginocchiarvi”) dopo aver fatto riferimento a una proposta che avrebbe ricevuto a cena. La violenza verbale immediatamente condannata dal Nazareno.

A scatenare il terremoto in Campidoglio è un filmato girato a Frosinone a sera del primo giugno, la stessa in cui il segretario Enrico Letta era a Frosinone per la campagna elettorale delle amministrative, in un ristorante e ora reso pubblico dal Foglio.

RARA 2022. Albino Ruberti, il capo di gabinetto del sindaco Roberto Gualtieri, si è dimesso. Il Foglio, La Repubblica & RomaToday (19/08/2022); S.v., 'Area Fori Trascurata': Ruberti, Amministratore Delegato di Zètema 1998-2017. Il Mess. (09/08/2016) ecc.
Foto: Il Foglio / YouTube(19/07/2022).

La violenta lite nel video
Nella clip si vede il superdirigente del Comune prendersela con tale Vladimiro. È un broker assicurativo della Unipol, ma soprattutto il fratello di Francesco De Angelis, ex assessore regionale ed europarlamentare del Pd appena ricandidato alle Politiche del 25 settembre dai dem, ma che dopo la diffusione del video ha fatto un passo indietro.

RARA 2022. Albino Ruberti, il capo di gabinetto del sindaco Roberto Gualtieri, si è dimesso. Il Foglio, La Repubblica & RomaToday (19/08/2022); S.v., 'Area Fori Trascurata': Ruberti, Amministratore Delegato di Zètema 1998-2017. Il Mess. (09/08/2016) ecc.
Foto: Il Foglio / YouTube(19/07/2022).

Ruberti se la prende anche con un non meglio identificato Adriano. Mentre Sara Battisti, compagna del manager e consigliera regionale del Partito democratica, cerca inutilmente di sedare la rissa verbale.

“Me te compro? A me? Si deve inginocchiare”
Nel video si sentono le urla del capo di gabinetto di Gualtieri: “Me te compro!? A me? Si deve inginocchiare e chiedermi scusa, altrimenti dico a tutti quello che mi ha detto. Li ammazzo! Lo ammazzo! Deve venire qui a chiedere in ginocchio scusa, altrimenti io stasera scrivo quello che mi avete chiesto a tavola. Cinque minuti je do. Cinque! Vi sparo! T’ammazzo. Cinque minuti, qui in ginocchio, tutti e due”. “Stanno a chiama i carabinieri, guarda che c… di scena”, interviene un uomo. Sembrerebbe essere proprio De Angelis. Ruberti, infatti, replica così: “Dillo a tuo fratello! E Adriano!”. Il filmato si chiude con l’urlo della consigliera Battisti, forse spaventata dai toni della lite. Fine della ripresa.

La lettera di dimissioni. “Reazione aggressiva per difendere la mia onorabilità”
Ora però c’è l’intervento del Pd. Ruberti al Foglio ha spiegato che lo scontro sarebbe nato “per motivi calcistici”. Anche Battisti e De Angelis hanno provato a ridimensionare la questione. Ma al Nazareno l’episodio viene definito “gravissimo”, un caso “che non può restare senza conseguenze”. Intanto Francesco De Angelis ha contattato il Pd e ritirato la candidatura alla Camera. Poco dopo anche il braccio destro di Gualtieri con una lettera al sindaco lascia. “Ho reagito con durezza alla frase “mi ti compro” – spiega Ruberti – che pur non costituendo in se una concreta proposta corruttiva, mi ha portato a chiedere, con foga sicuramente eccessiva e termini inappropriati, di ritirarla immediatamente perché l’ho considerata lesiva della mia onorabilità”.

Fonte / source:
— La Repubblica (19/08/2022).
https://roma.repubblica.it/cronaca/2022/08/19/news/albino_ruberti_roberto_gualtieri_lite_minacce_di_morte-362224727/

2). ROMA – Albino Ruberti si dimette. “Reazione eccessiva al ‘mi ti compro’. Spiegherò tutto.” La Repubblica (19/08/2022).

La lettera indirizzata al sindaco Gualtieri con la quale il capo di gabinetto del Campidoglio lascia il mandato.

Illustrissimo Sindaco, in merito al video pubblicato dal quotidiano “Il Foglio” confermo che il litigio nato tra me e un amico in occasione di una cena conviviale a Frosinone, origina da una battuta sopra le righe. Da questa battuta è scaturita una reazione molto aggressiva verbalmente. Le persone presenti alla cena hanno tentato in tutti i modi di cercare di sedare gli animi di entrambi, purtroppo non riuscendoci subito. Lo stesso Vladimiro De Angelis ha partecipato in maniera attiva in tal senso.

Come può accadere quando una discussione si esaspera, anche le persone che stanno assistendo ad un litigio tra due conoscenti, possono perdere la pazienza. Purtroppo così è stato per Vladimiro, che come si evince dal video si è rivolto al sottoscritto in maniera del tutto fuori luogo.

In particolare, ho reagito con durezza alla frase “mi ti compro”, che pur non costituendo in se una concreta proposta corruttiva, mi ha portato a chiedere, con foga sicuramente eccessiva e termini inappropriati, di ritirarla immediatamente perché l’ho considerata lesiva della mia onorabilità.

In merito a Francesco De Angelis, presente anche lui alla serata, confermo che non c’è stato tra noi nessun litigio.
Durante la cena da parte sua non vi è stata nessuna richiesta, l’estratto del video mostra il mio intento di ricordare a tutti i presenti il rapporto proficuo con Francesco, negli anni di lavoro in Regione Lazio, dimostrato da atti pubblici che possono confermare la leale e corretta collaborazione tra noi due.

Infine, dispiace che un fatto privato, accaduto tra le altre cose più di due mesi fa e chiarito il giorno dopo con tutte le persone presenti, venga utilizzato per fini diversi, proprio nelle ore in cui si apre una campagna elettorale. L’episodio ha visto sicuramente eccessi verbali e inopportuni di cui mi scuso ma che nulla hanno a che vedere con aspetti di natura politica e tantomeno con il mio attuale ruolo.

Non posso permettere che una strumentalizzazione tale possa gettare ombre sul mio lavoro ma soprattutto sull’onorabilità del Sindaco di Roma e dell’istituzione che rappresenta. Per questo nella mattinata odierna ho messo a disposizione del Sindaco il mio incarico da Capo di Gabinetto.

Albino Ruberti

Fonte / source:
— La Repubblica (19/08/2022).
https://roma.repubblica.it/cronaca/2022/08/19/news/albino_ruberti_lite_video_lettera_dimissioni-362241416/

RARA 2022. Albino Ruberti, il capo di gabinetto del sindaco Roberto Gualtieri, si è dimesso. Il Foglio, La Repubblica & RomaToday (19/08/2022); S.v., 'Area Fori Trascurata': Ruberti, Amministratore Delegato di Zètema 1998-2017. Il Mess. (09/08/2016) ecc.
Foto: ROMATODAY (19/08/2022).

3). Chi è Albino Ruberti, il braccio operativo ieri di Zingaretti e oggi di Gualtieri. ROMATODAY (19/08/2022).

Per tre anni è stato capo di gabinetto di Zingaretti, poi chiamato da Gualtieri. Dal 1998 al 2017 ha tenuto le redini di Zétema.

lbino Ruberti ha 54 anni e nell’ambiente politico romano è conosciuto come “er pugile”. Stazza imponente, carattere forte, è stato scelto da Gualtieri per tenere le redini della sua segreteria in Campidoglio, dopo aver fatto lo stesso per tre anni in Regione al servizio di Zingaretti. Adesso, però, dopo quanto emerso dal video pubblicato da Il Foglio, la sua avventura potrebbe concludersi anzitempo, su richiesta del segretario nazionale del Pd Enrico Letta.

Figlio dell’ex rettore dell’università Sapienza di Roma nonché ex ministro dell’Università e ricerca scientifica, Ruberti a soli trent’anni, nel 1998, è diventato amministratore delegato di Zétema Progetto Cultura, partecipata al 100% del comune. Incarico ricoperto per sedici anni, poi nel 2014 ha assunto anche la carica di presidente fino al 2017. Prima di varcare la soglia della Pisana, la cultura era il suo “core business”.

Fonte / source:
— ROMATODAY (19/08/2022).
https://www.romatoday.it/politica/albino-ruberti-chi-e.html

4). ROMA – Albino Ruberti, Amministratore Delegato di Zètema 1998 al 2017; in:

Foto: Il Messaggero (09/08/2016).

ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: A Roma il Visitor Center su via dei Fori Imperiali - Fori, nell' oasi per turisti solo topo e immondizia, Laura Larcan - Facebook | Il Messaggero (09/08/2016).
Foto: Il Messaggero (09/08/2016).

— ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA: A Roma il Visitor Center su via dei Fori Imperiali – Fori, nell’ oasi per turisti solo topo e immondizia, Il Messaggero (09/08/2016).

RARA 2022. Albino Ruberti, il capo di gabinetto del sindaco Roberto Gualtieri, si è dimesso. Il Foglio, La Repubblica & RomaToday (19/08/2022); S.v., 'Area Fori Trascurata': Ruberti, Amministratore Delegato di Zètema 1998-2017. Il Mess. (09/08/2016) ecc.
Foto: Corriere Della Sera (17/11/2017).

5). ROMA – Il Campidoglio e l’iniziativa progettuale di Zètema. Corriere Della Sera (17/11/2017).

Zètema è divenuta un ente trasversale con i compiti più disparati. Una vera amministrazione parallela che bypassa vincoli burocratici e gode di autonomia nell’assunzione di personale, 867 dipendenti, con stipendi più alti di quelli comunali.

Alla fine degli anni ’90, l’urgenza di regolarizzare 160 precari della Sovrintendenza ai beni culturali spinse il Comune a fare cassa con una gestione privatistica dei musei affidata prima a più società (ATI), poi a una in house: Zètema srl. All’inizio limitata ai servizi aggiuntivi (biglietteria, custodia, pulizia) si é via via estesa agli adempimenti propri della Sovrintendenza: restauri, manutenzione, progettazione, ricerche, schedature, mostre. Il nuovo Contratto di servizi e il cambio di cda di Zètema varati dalla giunta capitolina M5S offrono l’occasione per riflettere sugli effetti dirompenti che la progressiva esternalizzazione della gestione del patrimonio culturale ha avuto sulle strutture deputate a custodirlo e valorizzarlo.

Fonte / source:
— Corriere Della Sera (17/11/2017).
https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/17_novembre_13/iniziativa-progettuale-zetema-1505a382-c7d2-11e7-a46a-2daf03b7af20.shtml